Acne la cura esterna – ecco come fare

Acne la cura esterna – ecco come fare

L’acne è un problema imbarazzante e oneroso ed è facile che possa provocare dei blocchi psicologici per chi ne è colpito. La prima cosa da fare quando si deve affrontare l’acne è contattare un medico o un dermatologo specializzato ad un approccio olistico della cura.

L’estetica è importante ma l’acne deriva anche da fattori organici interni, quali squilibri ormonali, presenza di tossine nel sangue, intolleranza metabolica a determinate sostanze nutritivi e alimenti che quindi appesantiscono il nostro organismo.
Il nemico più potente delle acne è infatti l’alimentazione connessa da una corretta cura della pelle. Approccio olistico, igiene alimentare e fisica migliorano i risultati sulla nostra pelle. La vitamina A, ad esempio, rafforza il tessuto protettivo della pelle e di fatto impedisce l’acne.

cura del viso uomoAiuta a ridurre la produzione di sebo. Questa vitamina è essenziale per la manutenzione e la riparazione del tessuto che la cute e le mucose sono costituiti. La vitamina A è anche un potente antiossidante necessario per liberare il corpo dalle tossine. Mentre se volete combattere i batteri che prolificano sulla nostra pelle possiamo assumere alimenti ricchi di zinco. Una dieta a basso contenuto di zinco può causare sblocchi di acne.

Le acne si curano esternamente e internamente. Molti prodotti per l’acne contengono ingredienti che seccano la pelle, in modo da utilizzare sempre una crema idratante che riduce al minimo la secchezza e desquamazione della pelle. Nelle marche serie di solito è presente il termine “noncomedogenic”, che significa che il prodotto non causa le acne, o che le creme hanno sostanze grasse che non alterano o peggiorano la produzione eccessiva di sebo, responsabile delle acne.

Il lavaggio del viso deve essere effettuato due volte al giorno, serve per rimuovere le impurità, le cellule morte della pelle e olio extra dalla superficie della pelle. Lavare più spesso di due volte al giorno non è necessario e anzi può causare secchezza della cute e desquamazione. È importante usare l’acqua calda, senza ustionarsi e usare detergenti delicati e naturali.

Non usare saponi duri e con deodoranti perché possono peggiorare l’infiammazione e causare ulteriori irritazioni. Evitare di lavare la pelle con spugne dure e materiale esfoliante, serve solo a irritare e stressare ancora di più la pelle. Sciacquare semplicemente con le mani e usare spugne naturali. Essendo la nostra pelle irritata anche a causa dei batteri è importante usare asciugamani e spugne pulite e igienizzate. I batteri dell’acne non sono contagiosi, ma se la capacità difensiva della nostra pelle è compromessa è importante proteggerla da ulteriori attacchi esterni. È importante lavare anche le superfici dei nostri cuscini e usare delle creme protettive per la giornata.

Il bagno di vapore è un metodo antico della nonna che serve ad allargare i pori e aiuta a rimuovere meglio le impurità raccolte nelle cavità pilifere. Quando si applica il sapone e la crema è importante effettuare un massaggio circolare sulla pelle. È un’azione massaggiante che stimola la mobilità del sebo e rilassa la contrattura del nostro viso. Come materiale per asciugarsi o per tamponarci la pelle del viso durante la pulizia si consiglia il sapone o stoffe morbide in fibre neutre e naturali. Come prodotto naturale consigliamo l’Aloe vera, sostanza dalle molteplici proprietà benefiche.

Ma come abbiamo detto più volte, curare il viso esternamente non basta, bisogna curare anche l’interno. Partiamo dall’alimentazione e da un libro che ci spiega come le acne possono essere curate usando un approccio olistico. A parlarcene è l’autore del best seller “Mai Più Acne Apri la porta ad una vita senz’acne”, scritto da Mike Walden, medico e nutrizionista certificato che cura programmi e attività che promuovono le ricerche scientifica sull’approccio olistica delle cure mediche, puoi trovarlo su questo sito.

Share